ACCEDI AL CANALE WHATSAPP E RICEVI LE TOP NEWS DEL GIORNO:

ACCEDI AL CANALE
Pescara

Rifiuta il tampone: “Operazione negata all’ospedale di Pescara”

Sayonara Tortoreto

Pescara. Rifiuta di farsi il tampone per il Covid e le viene negata una prestazione chirurgica all’ospedale di Pescaa: a riferire quanto accaduto ieri a una donna è Nico Liberato, segretario Generale del comitato nazionale Difesa Minori.

“Siamo basiti dal ripetersi di tante incomprensioni, chiediamo un intervento rapido e risolutivo dell’assessore alla Sanità Nicoletta Verì e del Governatore Marco Marsilio, perché vengano risolte queste criticità anche attraverso un chiarimento regolamentare”, afferma Liberati, che aggiunge: “Neppure ai tempi del greenpass il paziente era vincolato per l’accesso alla prestazione dal possesso del tampone”

Secondo Liberati, alla donna “è stato detto che il rifiuto al tampone corrispondeva l’impossibilità ad effettuare l’operazione chirurgica e non basta al pagamento immediato di tutte le prestazioni preliminari l’operazione. Trattandosi della Unità Operativa Complessa Otorinolaringoiatria del Dottor Claudio Donadio Caporale, chiediamo – conclude – se queste richieste derivino da un preciso orientamento normativo ovvero se non rappresentino una eccessiva discrezionalità e persino una forzatura, che, per quanto ci riguarda non possono e non deve essere consentite, proprio per tutelare il buon nome della sanità abruzzese”.

Articoli Correlati

Pulsante per tornare all'inizio